CAMPO ALBANIA

Storytelling

CoalaWeb Traffic

Today0
This month0
Total206167

Domenica, 17 Febbraio 2019

TAVOLA ROTONDA: Adolescenza trappola o trampolino ?

tavola 1 tav 2 tav 3  

 FOTO DELLA TAVOLA ROTONDA

Il 14 Gennaio alle ore 18.00 presso l'Aula Magna della Scuola Primaria E. Ravasco di V. Bovio, Pescara si è tenuta la tavola rotonda con il Prof. ALESSANDRO MELUZZI dal titolo Adolescenza: trappola o trampolino? Alla presenza di circa 500 persone , soprattutto giovani, la Dott.ssa Angela Trentini ha cominciato la tavola rotonda presentando i relatori e il tema scelto.


LOCANDINA
L'incontro è stato introdotto dal saluto di Suor Mariagrazia Mancini, Madre Generale Istituto E. Ravasco e da Padre Francesco Cordeschi, Fondatore della Tenda di S. Gabriele. I loro interventi hanno evidenziato l'importanza di incontrarsi per dialogare sulle tematiche educative, al fine di portare messaggi autentici ai giovani.

Successivamente gli interventi del Prof. Cerasoli e della Dott.ssa Marino hanno chiarito alcuni aspetti fondamentali dell'adolescenza e della devianza, facendo una rassegna delle droghe e delle nuove dipendenze legate al mondo di internet.

Il Prof. Galeazzi ha invece  tenuto un interessante riflessione sulla necessità di ripartire da modelli etici validi come quelli proposti da Tommaso D'aquino o dalla scuola di Frankl, in un contesto culturale che sbanda vistosamente tra moralismo e immoralismo. Chiudendo il suo intervento il Prof. Galeazzi ha voluto elogiare l'operato delle scuole Ravasco di Pescara per la loro offerta formativa orientata ad un umanesimo integrale.

Cercando di sintetizzare le riflessioni già enunciate, il Prof. Meluzzi ha affermato che in realtà l'adolescenza non è nè una trappola nè un trampolino: ci sono degli aspetti preoccupanti, come la mancanza di riti che segnano la fine dell'adolescenza ma anche un inatteso rispetto della vita da parte dei giovani che lascia ben sperare. L'attenzione deve spostarsi sul piano educativo, in attesa di testimoni che sappiano predisporre i giovani al bene più grande, di educatori-profeti che abbiano il dono della parola. A tal proposito secondo Meluzzi non c'è un'alternativa: diventare lanciatori di nani (parafrasando il libro del filosofo Massirenti) o diventare pescatori di uomini, recuperando la concezione  tedesca del beruf, di chi può professare e contemporaneamente sa di essere chiamato. Nel suo intervento c'è stato anche uno spazio significativo di riflessione sulla libertà educativa di scegliere una scuola cattolica per i propri figli, elogiando il lavoro spesso faticoso delle suore e dei docenti degli istituti E. Ravasco di Pescara. La tavola rotonda si è conclusa con una domanda posta da una studentessa del Liceo Classico E. Ravasco, sulla presenza dei "cattivi maestri" nella società odierna a cui il Prof. Meluzzi ha risposto fornendo un' analisi del tema della libertà.

tav 4 tav 5 tav 6

GUARDA IL SERVIZIO DEL TG3 ABRUZZO


Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by L.THEME